Ocean’s 8: la recensione dello spin-off tutto al femminile della trilogia di Soderbergh

Dopo lo stravolgente successo della saga degli Ocean’s, arriva nelle sale il tanto atteso Ocean’s 8. Lo spin-off della trilogia campione di incassi offre una versione gender-swapped (di genere invertito) del classico action movie sulle rapine.

Ocean’s 8 non reinventa gli schemi o il ritmo del genere d’azione, ma si basa quasi esclusivamente sull’energia del cast stellare che annovera nomi come Sandra Bullock, Anne Hathaway, Cate Blanchett e Helena Bonham Carter.

La pellicola è diretta da Gary Ross (regista de Il Diavolo Veste Prada) e offre 110 minuti di intrattenimento leggero e diverso rispetto agli altri film al cinema in un’estate dominata dai dinosauri .

Ocean's 8

Il personaggio principale è Debbie Ocean, interpretata dalla Bullock e sorella di Danny Ocean (George Clooney). Dopo la morte del fratello e 5 anni in prigione, Debbie torna in affari e pianifica di rubare una collana di diamanti dal valore di 150 milioni di dollari dal collo di Daphne Kluger (Anne Hathaway). Debbie assembla una squadra di sole donne con vari talenti, dall’ hacker amante della cannabis Nine Ball (Rihanna), alla stilista in banca rotta (Helena Bonham Carter) che dovrà vestire Daphne e spillage a indossare la collana di diamanti.

Altri personaggi sono Lou, seconda in commando interpretata da Cate Blanchett, Tammy (Sarah Paulson), esperta nel dirottamento di spedizioni di elettrodomestici che poi assembla a pile nel suo garage, Amita (Mindy Kaling) intenditrice di diamanti, e Constance (Awkwafina), una borseggiatrice di strada. La rapina si svolge al Met Gala, un evento a tema organizzato ogni anno dal Metropolitan Museum di New York.

Le vicende che portano al furto della collana sono divertenti seppur del tutto irrealistiche.

L’uso di una stampante 3D e occhiali scannerizzanti per produrre una copia in zircone della collana ricordano molto film di spionaggio a basso costo o per bambini (tipo Spy Kids). Nonostante questo la simpatia del cast distrae un po’ da una sceneggiatura ingenua e sempliciotta.

Anche se il cliché dell’imprevisto nel piano perfetto’ insaporisce un pizzico la trama, il sapore di Ocean’s Eight rimane sempre abbastanza banale e anche quando, alla fine, arriva  il ‘colpo di scena’,  la reazione del pubblico è più un -ah, carino- che un -oh mio dio! Non ci posso credere- a bocca aperta.

In una Hollywood che negli ultimi tempi è stata scossa ripetutamente da scandali di discriminazione sessuale e numerosi movimenti di risposta nati per promuovere uguali opportunità tra uomini e donne nel mondo dello spettacolo, il cast tutto al femminile di Ocean’s 8 prometteva una ventata fresca nel genere d’azione. Il film è deludente? Se non vi accontentate di una storiella superficiale, si. Ocean’s 8 è la prova che non importa quanto il cast sia talentuoso e il girl power sia forte, se il film è nelle mani mediocri di un regista insipido c’è poco da fare.

Voto 6/10

Diamo a Ocean’s 8 un 6 su 10, non rimandandolo a Settembre solo grazie al cast. Anche i critici hanno delle preferenze, e con una girl squad tutta al femminile come quella di Ocean’s 8, regaliamo al film quel piccolo 0.50 perchè almeno gli occhi ce li siamo rifatti.

Vale la pena andarlo a vedere?

In tre parole: ma si dai.

Se non sapete cosa fare il venerdì sera e non avete voglia di approfondire la ricerca tecnica della pellicola o l’intricata psicologia del personaggio, questo è il film per voi. Non partite con l’idea di essere spiazzati dalla complessità e l’intelligenza del film e soprattutto non guardatevi i precedenti Ocean’s prima di andare a vedere quest’ultimo e non rimarrete troppo delusi.

Ocean’s 8 è un film senza pretese. La trama è semplice senza grandi (o piccoli) colpi di scena, scene d’azione o dialoghi profondi. Lo spettatore però non si annoia grazie alle varie scene divertenti delle molteplici storylines e, in fondo, grazie alla bellezza straordinaria sia delle attrici e dei costumi che dell’ambientazione da sogno del Met Gala.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *