Harry Potter: J.K. Rowling si scusa per aver ucciso Dobby

Ogni anno, da 4 anni a questa parte, l’autrice di Harry Potter J.K. Rowling si scusa per aver ucciso dei personaggi popolari nella serie fantasy. Quest’anno le sue scuse sono per aver ucciso Dobby, l’elfo domestico.

Le scuse di J.K. Rowling sono diventate un appuntamento annuale, segnando l’anniversario della Battaglia di Hogwarts, avvenuta il 2 maggio.

In Harry Potter i temi che ricorrono abitualmente sono la magia, l’amore, l’amicizia ma la morte gioca un ruolo di particolare rilievo. Nel corso della serie, personaggi amati come il preside di Hogwarts Albus Silente, Sirius Black e Severus Piton hanno perso la vita nella lotta contro Lord Voldemort. Queste perdite sono state molto dolorose per i fan ma anche per la stessa J.K. Rowling.

J.K. Rowling

L’autrice con un tweet ha rivolte le sue scuse ufficiali ai fan, specificando che, anche se Dobby non ha combattuto fisicamente la battaglia di Hogwarts è stato uno dei componenti essenziali nel dare ai protagonisti una possibilità di successo.

Negli anni precedenti J.K. Rowling si è scusata con i fan con termini che rimandano quasi al rimpianto, prima scusandosi per la morte del professore di Difesa contro le Arti Oscure Remus Lupin poi per la morte di Fred, il fratello gemello di George Weasly e infine per la morte di Severus Piton.

J.K. Rowling ha sempre riconosciuto che Snape fosse uno dei personaggi più complicati della serie e capì che scusarsi per la sua morte avrebbe potuto innescare un acceso dibattito.

Così l’autrice si è scusata con cautela inserendo una prefazione al suo tweet:

Ok, eccolo qui. Per favore non iniziate accese discussioni su di lui ma quest’anno mi piacerebbe scusarmi per aver ucciso (sussurro)…Snape. *corre per salvarsi*

J.K. Rowling ha anche scherzato sul fatto che le sue scuse per l’uccisione dei suoi personaggi non dovrebbero essere confuse con degli omicidi nella vita reale, dicendo: ” Nel caso in cui la polizia stia leggendo le mie note, è in corso un tradizionale anniversario della battaglia di Hogwarts. Non sono un’omicida.

Per quanto riguarda il fatto che la Rowling debba o meno preoccuparti di scusarsi per i decessi dei personaggi i fan sono divisi.  Se da una parte può essere confortante per i fan di Harry Potter e per l’autrice riconoscere il peso delle perdite, le scuse rischiano di celebrare una vita che non merita di essere celebrata.

E voi, da che parte state?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *