355: un cast tutto al femminile nel nuovo film di spionaggio di Kinberg

355

Dopo Ocean’s 8, in arrivo un altro film con protagoniste un gruppo di donne forti, intelligenti, e, oltretutto, molto affascinanti. Il cast di 355 è composto da alcune delle migliori attrici del momento.

Simon Kinberg dirigerà un cast esplosivo nel suo prossimo film di spionaggio, 355. Il cast internazionale di questo nuovo film include Jessica Chastain, Marion Cotillard, Penelope Cruz, Fan Bingbing e Lupita Nyong’o. Kinberg spera di poter lanciare un nuovo franchise di film sullo spionaggio, tutto al femminile.

Queste talentuose attrici interpreteranno degli agenti internazionali in un teso action thriller che punto ad a rivisitare un genere dominato dagli uomini. Per farlo, Kinberg si è armato di un team di donne, che si cimenteranno in un film sullo spionaggio sullo stile dei ben noti franchise di The Bourne Identity, Mission: Impossible eJames Bond. La sceneggiatura di 355 è scritta da Theresa Rebeck. 

LEGGI ANCHE: The Division: Jessica Chastain e Jake Gyllenhaal saranno diretti da David Leitch

Jessica Chastain ha avuto l’idea di 355, che ha poi presentato a Kinberg  mentre lavoravano assieme ad X-Men: Dark Phoenix. Il regista non ci ha pensato due volte e, ben presto, ha dato il suo appoggio all’attrice, così come le sue colleghe. Chastain ha rivelato a Deadline:

“Mi sono divertita così tanto a lavorare su The Help che ho sempre voluto fare un altro film con un insieme di donne. Amo i film di Jason Bourne, quelli di Mission: Impossible. E mi sono chiesta perché, fatta eccezione per Charlie’s Angels, non ci siano dei veri e propri action-thriller sullo spionaggio con protagoniste delle donne. Ciò ha messo in moto qualcosa nella mia testa; mi è venuta l’idea di fare entrare nel cast attrici provenienti da tutto il mondo per far sì che fosse un progetto internazionale. Mi sono resa conto che avremmo potuto avere una vasta libertà creativa. Ho presentato l’idea a Simon, gli ho parlato delle attrici a cui stavo pensando, e lui è stato molto carino. Mi ha detto ‘Voglio farlo’.”

355

Ha poi continuato dicendo: “Poi ho chiamato tutte le donne, ho parlato loro della mia visione e che volevo che fosse un processo collaborativo, e di come volevo che lo creassimo tutte insieme. La cosa che mi sembrava importante era che ci presentassimo tutte a Cannes, perché quello sarebbe stata l’inizio del nostro percorso insieme. Ogni attrice che ho chiamato mi ha detto di sì. Mi hanno appoggiato per l’idea di Cannes e per tutto il resto.  Per ora si è rivelato un processo molto semplice.”

LEGGI ANCHE: Cannes 2018: il thriller psicologico Everybody Knows sarà il film d’apertura

La Chastain ha già avuto esperienza in un film di spionaggio, ovvero Zero Dark Thirty, per il quale si è guadagnata una nomination agli Oscar. Tuttavia, l’attrice statunitense ha rivelato che, durante le ricerche di preparazione con la CIA per il ruolo, aveva potuto imparare molto sull’argomento. Ha inoltre reso noto che il titolo di questo nuovo progetto, 355, le è stato ispirato proprio da ciò che aveva scoperto grazie a queste ricerche.

355
Fan Bingbing e Lupita Nyong’o

“Il titolo per questo film viene da una delle conversazioni che ho avuto con un esperto della CIA. Agente 355 era il nome in codice di una spia donna durante la Rivoluzione Americana. Era una delle prime spie degli Stati Uniti, e la sua identità rimane tutt’ora sconosciuta. Per molte donne che lavorano nella CIA, e in altre organizzazioni simili, Code 355 è un termine universale per una spia donna. È la donna invisibile che non è mai stata nominata.”

Stando a quanto riportato dal regista, tutte le donne appariranno sullo schermo in modo equo, non ci sarà un unico personaggio principale. Ognuna di loro avrà i loro tratti distintivi, le loro storie, e saranno personaggi a tutto tondo e molto complessi.

LEGGI ANCHE: Ocean’s 8: è uscito il trailer dello spin-off tutto al femminile!

Il film mostra queste agenti, che fanno parte di diverse organizzazioni di tutto il mondo, che si uniscono per cercare di fermare un’organizzazione globale. Questa infatti vorrebbe acquisire un’arma che potrebbe far sprofondare nel caos più totale un mondo che è già fin troppo instabile. Per poter completare la loro missione, dovranno scavalcare le loro differenze culturali e politiche; solo così saranno in grado di creare un legame e riuscire a lavorare insieme.

Un’altra cosa fondamentale è quella di allargare le opportunità e le aspettative per le donne in questo momento di #MeToo; questo significa molto per la Chastain e le altre star di 355:

“Il genere dell’azione è stato a lungo dominato da eroi maschili, ed è entusiasmante far parte di un film che non mostrerà solo un’eroina dell’azione, ma un insieme di forti personaggi femminili che rifiutano dei consunti stereotipi. Saranno personaggi che si libereranno dai limiti imposti dai tratti stereotipati. Questo è ciò che mi piace, l’opportunità di creare diversi tipi di eroine.”

Sembrerebbe dunque che ben presto vedremo tutte queste attrici, e magari anche altre, riunite al Festival di Cannes; qui, molto probabilmente ci saranno maggiori informazioni sul progetto.

Per non perderti le ultime news, seguici su C’era una volta Hollywood.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *