The Crown: anche Matt Smith parla della controversia degli stipendi

Matt Smith

Anche Matt Smith ha finalmente parlato della bufera scatenata dalla rivelazione che lui e la sua collega, Claire Foy, hanno ricevuto stipendi ben diversi per The Crown.

Qualche tempo fa era stato dichiarato dai produttori che Matt Smith, l’interprete del Principe Filippo nelle prime due stagioni di The Crown, è stato pagato più della collega Claire Foy. Ciò risulta assurdo: la Foy infatti ha interpretato la Regina Elisabetta II, ovvero era la protagonista di The Crown. La prima a commentare sul polverone alzato da questa rivelazione è stata proprio la diretta interessata.

LEGGI ANCHE: The Crown: Claire Foy parla della controversia della disparità dei compensi

Ora, finalmente, sappiamo cosa ne pensa anche Matt Smith, che mostra solo rispetto per la sua collega ed amica. Ecco quanto dichiarato a The Hollywood Reporter dall’attore britannico:

“Claire è una delle mie più care amiche, e penso che dovremmo essere pagati ugualmente e in modo giusto. La sostengono in tutto e per tutto; sono lieto che il tutto si sia risolto, e che abbiano fatto ammendo per questo, perché è ciò che andava fatto. Andando avanti, credo che tutti dobbiamo tenere a mente che dobbiamo  impegnarci per rendere migliore questo ambiente, un campo di gioco più equo, per tutti coloro che sono coinvolti – ma non si tratta solo della nostra industrie, ma di tutte.”

Matt Smith, per la realizzazione delle prime due stagioni dello show di Netflix, è stato pagato più della sua collega, per un semplicissimo motivo. L’attore aveva recitato nella serie della BBC Doctor Who; da questo ruolo deriva infatti gran parte della sua fama. Proprio a causa di questi precedenti, i produttori hanno deciso di dare uno stipendio più alto a Smith, nonostante il suo fosse un personaggio minore rispetto ad Elizabeth; quest’ultima è addirittura apparsa in un numero maggiore di scene rispetto al suo consorte on-screen.

LEGGI ANCHE: Doctor Who: le possibili incarnazioni future del Dottore

La Left Bank Pictures, che produce la serie drammatica, si era già scusata per questa ingiustizia, soprattutto nei confronti di Smith: i fan si erano accaniti contro di lui, ritenendolo responsabile.  Allora, la Left Bank ha deciso di intervenire:

“Noi.. siamo i responsabili per i budget e gli stipendi; gli attori non sono consapevoli del salario che ricevono i loro colleghi, e non possono essere ritenuti personalmente responsabili di queste disuguaglianze.”

Seguici su C’era una volta Hollywood.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *