Frida, il dolore e la sofferenza che muovono il pennello

Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón, meglio conosciuta come Frida Kahlo, è stata una pittrice messicana vissuta nella prima metà del 900, nata a Coyoacàn nel 1907.

Che me ne faccio di voi, piedi, se ho le ali per volare…

 

bec7015e843aaa3bbd7de4d9b98e7923

Frida amava dire di essere nata nel 1910 in quanto si è sempre sentita figlia della rivoluzione messicana. 

Infatti fin da ragazza dimostrò di avere un carattere forte e un grande talento artistico.

Figlia di un ebreo tedesco immigrato in Messico alla fine dell’800, frequentò una scuola tedesca. Qui fece amicizia con un gruppo di ragazzi che, come lei, sostenevano il socialismo.

Il 17 settembre 1925 fu probabilmente il giorno più importante della sua vita in quanto ha costituito per lei una vera e propria svolta.
Frida rimase vittima di un incidente. L’autobus sul quale viaggiava si scontrò con un tram e finì schiacciato contro un muro. Le conseguenze per la ragazza furono gravi, infatti la colonna vertebrale si spezzò in tre punti nella regione lombare, la gamba sinistra riportò 11 fratture, il piede rimase schiacciato e la spalla sinistra lussata.

Gli anni successivi, in attesa che il suo corpo si rimettesse il più possibile, dopo essere stato sottoposto a una trentina di operazioni chirurgiche, Frida è stata costretta all’immobilismo. Rimase a letto e indossò il busto ingessato, che le faceva da tela.

395fc1497f6cb7e2978fdcd24a6691a9

È da questo momento che il suo talento pittorico viene davvero fuori.

Per passare il tempo, i suoi genitori le regalarono un set per dipingere e uno specchio da mettere sopra al letto in modo da potersi guardare e ritrarre.

Dipingo me stessa perché passo molto tempo da sola e sono il soggetto che conosco meglio.

frida_kahlo_autoritratto_biografia_opere_due-minuti-di-arte

Quando iniziò nuovamente a camminare decise di portare i suoi lavori a Diego Rivera, che oltre ad essere un gran comunista, era anche un grande artista dell’epoca, per sapere se la strada dell’arte sarebbe potuta essere la sua.

Nonostante i 21 anni di differenza i due finiscono per sposarsi.
Diego, da sempre sostenitore di Frida e amante della sua arte, ha continuato anche dopo la morte della moglie a parlarne in modo da farla conoscere al mondo intero.

Lo stile pittorico di Frida è uno stile piuttosto particolare. I colori sono accesi, in connessione al folklore messicano, mentre le pennellate sono molto dense e compatte. Inoltre predilige l’autoritratto dove alla sua figura accosta il reale e il fantastico, quasi come un surrealista senza mai definirsi tale.

Pensavano che io fossi una surrealista ma non lo sono mai stata. Ho sempre dipinto la mia realtà, non i miei sogni.

In effetti in maniera particolarmente cruda, la pittrice messicana racconta i suo dolori, il suo incidente, il suo amore e la perdita di suo figlio senza nascondere niente e mostrando chiaramente le proprie emozioni.

un-bellissimo-quadro-di-frida-kahlo

Henry-ford-hospitalX

Attraverso i suoi dipinti, quindi, Frida racconta la sua vita.

Questo porta la regista Julie Taymor a fare lo stesso nel 2002: vuole raccontare la vita e le sofferenze di Frida Kahlo, interpretata da Salma Hayek, attraverso i suoi dipinti in “Frida“.

4794243bfcb5a91d6f6667c677977fdd

Nel corso del film, infatti, si mostrano i punti fondamentali della sua esistenza partendo dai suoi dipinti che da statici prendono a muoversi. Questo effetto è stato inserito proprio perché la regista voleva mostrare attraverso l’audiovisivo sullo schermo cinematografico ciò che sta dietro ad ogni dipinto e dentro la testa della pittrice.

Toccante è la scena in cui Salma nelle vesti di Frida dipinge l’autoritratto “La colonna rotta” seduta sulla sua sedia indossando il busto e coprendosi il seno con una sciarpa color porpora. Questa sequenza è introdotta dalla corsa di Frida nuda su una scogliera illuminata dalla luce del sole.

frida-kahlo-colonna-rotta

Salma-Hayek-nel-film-Frida-2002-5

Ho subito due grandi incidenti nella mia vita, Diego: il tram e te. Tu sei di gran lunga il peggiore.

Così si rivolge Frida a Diego Rivera (Alfred Molina) dopo averlo sorpreso nel bel mezzo di un rapporto sessuale con sua sorella Cristina Kahlo (Mia Maestro) ed effettivamente quello che Julie Taymor vuole raccontarci è anche questo aspetto.

c372eba540e5ee77f6d1b00bcf6afb09

La storia d’amore tra i due artisti ha avuto un peso equivalente all’incidente in tram nell’arte di Frida che oltre a dover soffrire fisicamente per i vari problemi che si è ritrovata, ha dovuto sopportare pure i vari tradimenti del marito.

kahlo_frieda_and_diego_1931.jpg

Leale sì, fedele no.

Questa è la promessa di matrimonio che Diego fa a Frida. Nonostante Frida lo abbia accettato e abbia avuto anche lei delle relazioni extraconiugali, tra le quali anche omosessuali, questa situazione ha aggiunto un peso in più alla sua dura e faticosa esistenza, vita alla quale ha rivolto questo saluto.

Spero che l’uscita sia gioiosa e spero di non tornare mai più.

12637f01eb73d0e6432e529439e8ea02

Seguici anche su C’era una volta Hollywood

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *